Slot machine e videopoker a orario ridotto: Cirié tra i primi Comuni piemontesi ad adottare l’ordinanza restrittiva

Il “disturbo da gioco d’azzardo” o ludopatia rappresenta un problema importante di salute pubblica, paragonabile alle dipendenze da droga o da alcool. Il Comune di Cirié manifesta da tempo il suo impegno nella prevenzione di questo fenomeno: da anni partecipa attivamente al tavolo di emergenza del gioco d’azzardo, promosso dal comune di Cirié e dagli altri Comuni dell’ASL TO4 con il Dipartimento di Patologie delle Dipendenze dell’ASL stessa.
Ora, con l’ordinanza n. 3, firmata dal Sindaco Loredana Devietti il 19 agosto 2016, l’amministrazione comunale di Cirié dà un segno concreto di sostegno alle iniziative di prevenzione e contrasto di questo grave fenomeno, disciplinando e limitando gli orari di utilizzo dei dispositivi da gioco che comportano esborso di denaro per il giocatore: dal prossimo 19 settembre, a Cirié slot machines e videolottery saranno utilizzabili solo dalle 14 alle 18 e dalle 20 alle 24; in tutti gli altri orari dovranno essere spente e inaccessibili al pubblico.
Per chi viola l’ordinanza sono previste sanzioni consistenti: fino a 1500 Euro di multa per ogni dispositivo, e sospensione del funzionamento fino a sette giorni in casi di particolare gravità o recidiva.
Per approfondimenti si rinvia alla lettura dell’Ordinanza n. 3/2016, pubblicata sull’Albo Telematico comunale.

AREA RISERVATA AL PERSONALE

Comune di Cirié | C.F.83000390019 | P.IVA 02084870019 | C.so Martiri della Libertà n°33 - Cirié (To) Italia
Tel: 011.921.81.11 | E-Mail: comunecirie@comune.cirie.to.it |PEC
© 2015 - Copyright | Privacy Policy  Note Legali | Informativa sull’utilizzo dei Cookie |  Accessibilità | Segnalazioni di errori

 

Per una corretta visualizzazione del sito si consiglia di utilizzare i browser Mozilla Firefox, Google Chrome o una versione aggiornata di Microsoft Internet Explorer.